Perchè uroboro,

Ho scelto questo nome per il significato che ha questo simbolo così particolare e antico per me. E’ un serpente che si mangia la coda se non lo sai.

Apparentemente immobile, ma in eterno movimento, rappresenta il potere che divora e rigenera se stesso, l’energia universale che si consuma e si rinnova di continuo, la natura ciclica delle cose, che ricominciano dall’inizio dopo aver raggiunto la propria fine. Simboleggia quindi l’unità e l’androgino primordiale, la totalità del tutto, l’infinito, l’eternità, il tempo ciclico, l’eterno ritorno, l’immortalità e la perfezione.

cit wikipedia

Dal mio punto di vista questa è la vita, noi siamo parte di questo tutto che sembra quasi immobile davanti ai miei  occhi ma non lo è. Ogni cosa e ogni persona cambia anche in giro di pochissimo tempo. Niente rimane come è! Questo tutto che molti possono chiamare Dio, Allah… ma è sempre lo stesso. Io la chiamo Natura, la quale non è cattiva ma neanche buona, certo delle volte ti domandi perchè ti fa così soffrire. Ma invece di pensare a quanto mi fa soffrire si dovrebbe pensare che quando sarò riscito a risolvero sarò più forte di prima. Prima che ero terrorizzato da non essere abbastanza capace o ti sembrava che non ci fosse via di fuga. Quante volte nella mia vita mi sono sentita non abbastanza, da mio padre (persona alquanto autoritaria ed egoista) al liceo che a causa della dislessia diagnosticatami solo in quarta superiore mi ha provocato tanti scompensi. Dislessia che mi fa scrivere in modo scorretto e con frasi che per me hanno un senso compiuto ma forse per te lettore non ci capirai una emerita cippa ahahahah.

Ma sono quella che sono ora anche grazie a tutto ciò, molti mi amano ma anche molti mi odieranno. Ho sbagliato tantissimo e sbaglierò altre mille volte ma come si dice siamo umani e diversamente a delle macchine abbiamo dei sentimenti e molte volte siamo impulsivi. Ma la vita è un ciclo, come il mio uroboro e siamo noi ad avere la possibilità di cambiarla, anche se pensiamo che non cambierà mai nulla.

Tantissime volte mi sono detta chi me lo fa fare a vivere ancora e a soffrire a causa di persone e rimpianti. Fino a poco fa me lo domandavo quasi ogni giorno, poi grazie ai miei studi ho iniziato a svolgere tirocinio in ospedale. Ospedale dove vedi persone e bimbi che stanno davvero male, ma vedi nei loro occhi che voglio prendersi in mano la loro vita. L’evento che mi ha sconvolto principalemente è stata una paziente che potrebbe essere mia madre con un cancro terminale, completamente in metastasi. Ma lei sempre sorridente e un giorno perfino mi disse: “Le devo dire una cosa, non c’è un motivo per cui non sorridere ogni giorno.” Dopo questa affermazione io sono rimasta spiazzata, ero entrata quasi in uno stato di shock poichè questa donna che gli hanno dato pochi mesi di vita, diceva a me che non c’era un motivo per non essere felici.

Lei sì che è da ammirare, questa è la vera vita e noi persone che non abbiamo nessun “serio” problema dovremo solo essere in debito con loro che non possono più godersela.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...